Ri-conoscere i valori dell’impresa

2046

COMUNICATO STAMPA

RI-CONOSCERE I VALORI DELL’IMPRESA:
tracce per un nuovo paradigma organizzativo
17-18 giugno 2016
Polo Lionello Bonfanti
Loc. Burchio – Figline e Incisa Valdarno (FI)

Seminario per consulenti e manager,
con la partecipazione degli economisti Luigino Bruni (LUMSA),
Vittorio Pelligra (Università di Cagliari), Renato Ruffini (LIUC),
Stefano Zamagni (Università di Bologna).
In dialogo anche consulenti, imprenditori, manager.
È possibile oggi riorganizzare l’impresa dando precedenza a un sistema di valori quali le relazioni aziendali, la reciprocità e il bene comune e poi al profitto, tenendo conto dei grossi cambiamenti tecnologici e sociali in atto? A questo interrogativo il seminario “Ri-conoscere i valori dell’impresa: tracce per un nuovo paradigma organizzativo” organizzato dalla Scuola di Economia Civile (SEC) che ha sede al Polo Bonfanti (Burchio – FI) cercherà di rispondere con un approccio partecipato e dialogante tra economisti, studenti, manager e consulenti.
Parteciperanno gli economisti Luigino Bruni (LUMSA), Vittorio Pelligra (Università di Cagliari), Renato Ruffini (LIUC), Stefano Zamagni (Università di Bologna). «Certo, le aziende oggi non cambiano la propria organizzazione in modo lineare – commenta Silvia Vacca, presidente SEC – e ciò è dovuto a molteplici fattori: prassi consolidate, paura del nuovo, competenze stratificate, dinamiche di potere e non ultima la fatica di adottare nuovi modelli. L’obiettivo di questa due giorni di lavoro è mettere in luce come dal paradigma dell’Economia civile emergano elementi fondanti per la costruzione di un modello organizzativo all’altezza delle sfide in atto».

La sfida sarà coniugare i principi del primato dei beni relazionali, del bene comune e della persona – capisaldi dell’Economia civile – con l’esigenza di sviluppo e innovazione anche nel campo dell’organizzazione aziendale. Il seminario si rivolge con particolare attenzione agli imprenditori e ai dirigenti delle imprese, delle organizzazioni senza scopo di lucro, di quelle a movente ideale, della pubblica amministrazione, offrendo un’esperienza di apprendimento capace di generare metodi e modalità di governo fondati sui principi dell’Economia civile.

Per maggiori informazioni: Ufficio Stampa: Stefania Tanesini M. 3385658244
www.scuoladieconomiacivile.it

image_pdfimage_print

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO