I fili staccati

403

Nei primi anni di matrimonio accadeva spesso che il dialogo fra me e mio marito s’interrompesse per diversità di opinioni. A volte, dopo scontri verbali piuttosto duri, si arrivava al silenzio totale anche per giornate intere, nonostante il nostro impegno a cercare di vivere secondo il Vangelo.

Tra l’altro la breve pausa pranzo, al rientro dai rispettivi lavori, veniva occupata dai notiziari tv che Gaetano seguiva con passione. Un giorno, confidando nell’aiuto di Dio, decisi di mandargli un chiaro messaggio: ritornai presto da scuola e preparai un buon pranzetto, la tavola più bella del solito con ori e candela accesa; poi staccai tutti i li di collegamento tv.

Arrivando, Gaetano mi chiese stupito se c’era qualche ricorrenza da festeggiare. Ci mettemmo a tavola e, come al solito, cercò di accendere il televisore, ma capì subito che non si trattava di un guasto; ridendo mi abbracciò, chiedendomi scusa, e insieme ci promettemmo di correggerci sempre per amore l’uno dell’altro. Fu quello un momento importante di crescita nel nostro rapporto.

A cura di Tanino Minuta

image_pdfimage_print
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO