Mi sentivo costretta

557

In questi ultimi tempi mi sono ritrovata “a fare le cose” non tanto spinta dall’amore, ma “dal dovere”, dalla “rassegnazione”, mi sono sentita come “costretta” ad adeguarmi ad alcune situazione o fatti…e questo mi faceva sentire in ribellione.

Ieri è stata una giornata particolarmente significativa per questo… Alla sera, prima di addormentarmi, mi sono riletta la nuova Parola di Vita per trovare un po’ di pace: così è stato.

Stamattina mi sono svegliata col pensiero che anche Gesù abbandonato si è sentito “costretto”, “costretto” dai chiodi che hanno messo gli altri nei suoi piedi ed nelle sue mani, e lo hanno appeso lì…Il pensiero di Lui “costretto” mi ha ridato la spinta dell’amore: nella “Suo essere costretto” posso ritrovare la spinta dell’Amore….

A.L.

image_pdfimage_print

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO