Giovani famiglie da tutta l’Italia a Loppiano

628

Una ventata di freschezza ha percorso Loppiano nel weekend del 25-27 maggio scorsi.

100 coppie che sono insieme nel matrimonio o in una convivenza da 0 a 5 anni, tanti bambini (64!), ma soprattutto la voglia di prendersi un breakper la propria coppia rispetto agli affanni quotidiani e per condividere con altri, ascoltare, dialogare, riflettere e “mettersi nello zaino” qualcosa di bello e di utile per il proseguimento dell’avventura insieme.

Il titolo dell’evento “IO x TE = NOI” dice qualcosa del percorso proposto in questi tre giorni: gli esperti chiamati ad intervenire e alcune testimonianze di coppia hanno guidato tutti quanti in un viaggio dalla riflessione e consapevolezza del proprio “io” alla ricerca e costruzione di un rapporto “empatico” con il partner con testa, cuore e braccia, per scoprire il “tu” che ci sta di fronte, imparando a comunicare in modo efficace.

Nel secondo giorno si è ripreso dalla realtà del “noi” rafforzata che permette di affrontare le tante sfide di coppia, tra le quali il rapporto con le famiglie di origine, l’arrivo dei figli, la sessualità vissuta con gioia, equilibrio, delicatezza che ci porta ad essere “uno”.

Infine, la domenica partendo dal “noi” si è dato uno sguardo di apertura al mondo al di fuori della coppia prendendo qualche spunto dalle esperienza raccontate su adozione, accoglienza con il progetto “fare sistema oltre l’accoglienza”e coraggio di investire un periodo di tempo alla Scuola Loreto.

Le persone che hanno partecipato provenivano da esperienze molto diverse di coinvolgimento nel Movimento e di fede, ma anche da coppie nuove che non conoscevano nulla ma invitate da amici,  ma tutte erano accumunate dal desiderio di “mettersi in gioco” e sperimentare l’applicazione “dell’arte d’amare” come veri e propri cittadini di Loppiano.

Le impressioni che alcuni hanno inviato alla fine del week end (in allegato) aiutano a “visualizzare” meglio l’esperienza vissuta in questi giorni.

IMPRESSIONI

L’incontro è stato molto interessante e in un ambiente accogliente. Già dai primi momenti si percepiva il coinvolgimento di tutti i partecipanti. Sono stati presentati tanti spunti teorici ma anche esperienze di vita che hanno trasmesso messaggi importanti e utili. I temi riflettevano le problematiche che vivono le coppie oggigiorno. Abbiamo vissuto questi giorni come un dono per rafforzare la nostra coppia

Siamo sposati da 5 anni e abbiamo partecipato al week-end Amore in Corso e che dire? È stato qualcosa di unico! Partiti da casa con la velocità della quotidianità addosso, arrivati a Loppiano ci sembrava che tutto ci dicesse: “Ben arrivati, adesso respirate a fondo e godetevi questo tempo per voi!” e così abbiamo cercato di fare, l’orologio non era più importante, le scadenze per 3 giorni hanno potuto aspettare (nel vero senso della parola, ho pagato le bollette in ritardo), contavamo solo noi. La voglia di mettersi in gioco era tanta, ci siamo subito sentiti uno con le altre famiglie presenti è stato quasi automatico scambiarsi il patto di Amore Reciproco anche senza essersi mai visti prima. Per la coppia è stata davvero un’occasione speciale, gli argomenti trattati, le storie di vita vissuta, gli esperti, i giochi sono stati tutti dei piccoli grandi doni da portarsi nel cuore.

Sembra davvero di aver fatto un viaggio, dall’IO all’UNO,  che ci ha aiutato a ripercorre le tappe delle nostre famiglie. Il viaggio dell’andata era stato pesante…poche parole, con fatica, i bimbi che piangevano, poco pazienza e un pizzico di gelo non ci facevano comunicare…Siamo tornati in un dialogo profondissimo di anima: siamo riusciti a dirci cose importantissime senza ferirci, con amore delicato. Ci siamo ritrovati, ringraziati ed è stato una grande gioia (e i bimbi dormivano!).

Esperienze profonde e vere, approfondimenti con esperti, giochi di coppia e non solo…il tutto servito in un ambiente che coccola e accompagna la famiglia nella direzione dell’unità…il Noi che diventa Uno…la coppia che trova la felicità se tende all’unità…anche nell’intimità… Grazie di questa opportunità

 

E ci hanno lasciati con dei compiti: l’impegno nel sociale per le altre famiglie (ad esempio adozioni internazionali, ricevere in casa – per breve periodo – rifugiati adolescenti che non hanno più genitori ecc. . .). Quindi, stiamo valutando come impegnarci di più in tutto questo e come portar avanti questa esperienza, sviluppandola.

image_pdfimage_print

1 COMMENTO

  1. Che meraviglia, spiragli di speranza. Se si salva la famiglia si salva l’umanità. Grazie a tutti coloro che spendono energie e danno la vita x costruire la civiltà dell’amore nella coppia, nella famiglia. Grazie di queste opportunità di prevenzione. Grazie

LASCIA UN COMMENTO