Riviviamo lo Spirito di Assisi. A Catania le Religioni Unite per la Pace

327

In occasione  della ricorrenza del 32° anniversario dell’Incontro Interreligioso di Assisi, il 2 dicembre  2018, a Catania presso il  Teatro  dell’Istituto San Filippo Neri,  la Consulta delle Aggregazioni laicali , l’Ufficio per la Pastorale delle migrazioni e il Coordinamento delle Religioni in Dialogo  hanno programmato e  realizzato un evento unitario di testimonianza e  preghiera interreligiosa in continuità con  quanto già vissuto due anni prima in città in occasione del trentesimo anniversario .

“Quest’occasione – affermano Donata e Pippo Amore, incaricati del Dialogo interreligioso del Movimento dei Focolari  nel territorio –  ha permesso di condividere spazi di fraternità concreta, di ascolto e conoscenza reciproci per essere, in questo particolare momento storico, segno tangibile della cultura dell’incontro ,  dell’accoglienza e dell’inclusione.  L’ abbiamo voluta e costruita insieme anche con i rappresentanti di altre religioni con i quali  da alcuni anni  facciamo una concreta esperienza di dialogo  volta a vivere e ad affermare i principi della fraternità universale e della pace”.

Un momento di preghiera e di condivisione a cui ciascuno ha contribuito secondo il proprio credo e le proprie tradizioni. Il titolo “Le nuove Frontiere del convivere , quali strade?”  è l’espressione di un’esigenza comune che tutti  sentono e che hanno voluto rendere visibile attraverso momenti di preghiera, riflessioni, canti , danze e recitazioni.

Maria Carmen e Marcello Sambataro della comunità locale del Movimento dei Focolari , così  scrivono: “E’ stato molto bello partecipare all’incontro che si è tenuto domenica scorsa. Una pluralità, una ricchezza, una risorsa per la città! Importante l’intenzione di continuare a lavorare insieme nel rispetto della propria identità! Si respirava un clima di famiglia”.

A conclusione è stata letta e consegnata a tutti i partecipanti La preghiera non semplice (una rivisitazione contestualizzata nella realtà di oggi della “Preghiera semplice” di San Francesco) con l’ impegno da parte di tutti di costruire l’unità e seminare la speranza per la realizzazione della civiltà della Pace.

image_pdfimage_print
CONDIVIDI
Articolo precedenteMarzo 2019
Articolo successivoUn atto eversivo

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO