80 coppie di fidanzati a Loppiano per un corso di formazione

1420

#amorepersempre non è solo uno slogan o il titolo accattivante del corso per fidanzati che abbiamo appena concluso, ma molto di più: rappresenta una realtà vissuta e condivisa, anche se solo per tre giorni – dall’ 8 al 10 marzo – tra 80 coppie di fidanzati e 10 famiglie che si son messe in gioco in un contesto unico, Loppiano, che si è prestato molto bene ad accoglierci e a fare da cornice al nostro evento.

I partecipanti rappresentavano in modo significativo il mondo di oggi, multiculturale, multireligioso, in ricerca di cose vere e profonde, consapevoli delle proprie fragilità, ma che non si arrendono davanti alle tante difficoltà che ci sono nel costruire una famiglia con la prospettiva del “per sempre”.

Così l’eterogeneità delle esperienze e delle provenienze, da possibile difficoltà, è diventata un’occasione per arricchire l’incontro e in cui innestare le tematiche del corso legate da un unico filo conduttore: proporre alle coppie di fidanzati che intendono costituire una famiglia alcuni spunti di riflessione alla luce della spiritualità del Movimento dei Focolari e nello specifico di Famiglie Nuove e alcuni strumenti utili per affrontare a 360° molte delle sfide che si presentano a chi sente di rispondere alla meravigliosa vocazione del matrimonio.

Così, cominciando da una maggiore presa di coscienza delle diversità nella coppia di ciascun “io”, abbiamo intrapreso un percorso di riflessione su come arrivare ad un più consapevole “noi” e a quell’unità che nel tempo è destinata a crescere, maturare, rinsaldarsi.

In questo contesto gli aspetti affettivi e sessuali possono essere letti in modo più luminoso e impiegati in una vera libertà per costruire la felicità del nostro partner.

Anche gli spunti sul sacramento del matrimonio, che sono andati ben al di là del rito e delle inevitabili preoccupazioni su come vivere questo giorno speciale, ci hanno aiutato a comprendere meglio “il punto di vista di Dio” sulla nostra coppia e sulla risposta d’amore che siamo chiamati a dare.

Nell’era della “comunicazione liquida” non poteva poi mancare qualche approfondimento sulla comunicazione nelle fasi evolutive della coppia, consapevoli dei limiti e delle opportunità legate al nostro essere uomo/donna. Abbiamo compreso come sia necessario essere sempre più preparati, attenti e vigili sul nostro modo di rapportarci con lui/lei, nella condivisione dei grandi temi della vita così come nel quotidiano e dando il giusto peso non solo ai contenuti, ma al modo e ai tempi di come e quando ci esprimiamo.

Infine non poteva mancare qualche tocco sulla vita concreta e quotidiana che siamo chiamati ad affrontare “contro corrente” se non vogliamo essere fagocitati dal “così fanno tutti” nel lavoro, nel tempo libero, nel fare la spesa al supermercato o nel metterci alle prese con il “bilancio famigliare”.

Come sempre, quello che ha dato sostanza e credibilità a tutti questi aspetti sono state le testimonianze offerte da famiglie – alle “prime armi” o più “navigate” – che con coraggio e semplicità provano tutti i giorni a confrontarsi con i propri limiti nel concretizzare quei sogni di libertà, felicità, amore concreto per l’altro.

Abbiamo pure vissuto momenti di festa, gioco, ballo… vere ciliegine sulla torta!

Alla fine del corso abbiamo lasciato Loppiano con un “arrivederci” che manifesta la voglia di condividere – anche se a distanza – questa avventura del vivere insieme per costruire qualcosa di grande e dare testimonianza che farlo insieme, accomunati da questa stessa passione per la famiglia, sarà meno faticoso e più bello.

Rosalba e Andrea Ponta

image_pdfimage_print

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO