Oncologia pediatrica: una grande lezione

351

Insieme ad una mia amica frequentiamo il reparto di Oncologia pediatrica. Portiamo ai bambini dei colori, dei doni, ma soprattutto stiamo con loro. In questi giorni naturalmente non è possibile far loro visita. Stamattina ho avuto una bellissima sorpresa: ho ricevuto da loro una videochiamata. Era una telefonata gioiosa, nonostante la loro sofferenza. Uno di loro mi ha detto: “Sai, pensavamo che già pativamo abbastanza nel non poter vedere i nostri amichetti, nello stare lontano da casa, invece adesso Gesù ci ha chiesto di non vedere i nostri parenti, di non vedere voi e allora ci è venuto un momento di sconforto. Uno di noi però ha avuto un’idea e ci ha detto: ‘Dobbiamo fare la gara a chi è più coraggioso e ogni volta che patiamo per qualcosa facciamo un disegno’. Così dopo una settimana i disegni sono talmente tanti che non c’é più posto nelle pareti e la stanza è diventata bellissima”.

Mi è sembrata una grande lezione; ho pensato che se ognuno di noi provasse a fare un disegno ogni volta che soffre le nostre case diventerebbero bellissime. Sentivo che dobbiamo stare al gioco, credere che è tutto un gioco d’amore e andare avanti con fede e con coraggio.

Anna Maria, Parma

image_pdfimage_print

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO