Sviluppo di progetti a sostegno delle comunità terremotate

3127
Condividi

Il nostro sostegno alle comunità terremotate continua con i progetti già avviati ed altri nuovi che potremmo avviare con il vostro contributo.

 

1 – Sostegno alle aziende

In seguito ai sismi di agosto e ottobre 2016 nel Lazio, in Umbria, Marche e Abruzzo, la situazione dei relativi territori si è rivelata drammatica. Al crollo delle case, alla perdita di vite, si è aggiunto il crollo delle piccole attività produttive, commerciali e turistiche o la perdita consistente dell’abituale clientela a causa dell’abbandono dei luoghi di vita ordinaria.

Molte famiglie hanno perso i locali dove svolgevano la loro attività o i macchinari necessari per il proprio lavoro o le materie prime per allevare gli animali. Molte merci sono rimaste stoccate nei magazzini senza poter arrivare alla loro destinazione finale, con gravi perdite di clientela. In diverse situazioni gli stessi lavoratori delle aziende danneggiate non hanno potuto riprendere il proprio posto di lavoro perché hanno dovuto allontanarsi, avendo perso la casa, o perché le aziende hanno dovuto forzatamente spostare la propria sede.

Il progetto RImPRESA vuole offrire un sostegno alle famiglie colpite dai terremoti, supportando la ripresa delle piccole attività produttive, dal punto di vista commerciale e logistico, ma anche relazionale e di prossimità.

Si lavorerà con le aziende dei territori lungo la via Salaria, nell’area tra Amatrice ed Ascoli Piceno, nella Val Nerina e nell’Abruzzo Ulteriore.
Si tratta di zone rurali, la cui economia è basata prevalentemente sull’agricoltura e sull’allevamento ovino e bovino, la cui clientela era costituita dalla popolazione stessa e dai flussi turistici estivi e dei fine settimana. Al momento molte di queste attività produttive, commerciali e turistiche sono impraticabili ed è pertanto necessario creare anche un bacino di utenza e di consumo fuori dalle aree colpite dal terremoto, affinché le aziende non siano costrette alla chiusura.

Il progetto si compone di due azioni complementari:

  • Fornire alle aziende materie prime, macchinari e piccole infrastrutture provvisorie, laddove possibile, rafforzare tra le aziende pratiche e processi virtuosi ispirati ai principi etici dell’economia civile favorendo il gemellaggio con altre imprese sul territorio nazionale;
  • Promuovere l’acquisto di prodotti dalle aziende colpite e la ripresa del turismo locale appena possibile, nello spirito dell’economia di comunione ove all’aspetto commerciale è strettamente legato quello umano, sociale, di relazione
  • L’indirizzo mail a cui rivolgersi per maggiori informazioni è: rimpresa@focolare.org

2 – Invio di aiuti economici attraverso i conti AMU-AFN:

Causale: Emergenza Terremoto Italia

Azione per un Mondo Unito ONLUS (AMU)
IBAN: IT16 G050 1803 2000 0000 0120 434

presso Banca Popolare Etica  Codice SWIFT/BIC: CCRTIT2184D

Azione per Famiglie Nuove ONLUS (AFN)

IBAN: IT55 K033 5901 6001 0000 0001 060

presso Banca Prossima Codice SWIFT/BIC: BCITITMX

I contributi versati sui due conti correnti con questa causale verranno gestiti congiuntamente da AMU e AFN. Per tali donazioni sono previsti benefici fiscali in molti Paesi dell’Unione Europea e in altri Paesi del mondo, secondo le diverse normative locali.
I contribuenti italiani potranno ottenere deduzioni e detrazioni dal reddito, secondo la normativa prevista per le Onlus, fino al 10% del reddito e con il limite di € 70.000,00 annuali, ad esclusione delle donazioni effettuate in contanti.

Progetto-rimpresa-favore-delle-imprese-cRimpresaolpite-dal-sisma/

image_pdfimage_print
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO