Per fare sistema

3119

Giovedì 1 dicembre l’Accademia Alfonsiana di Roma ha ospitato il primo dei quattro eventi del percorso di formazione all’economia civile e di comunione promosso da AIPEC (Associazione Italiana Imprenditori per un’Economia di Comunione), EdiC Spa / Polo Lionello Bonfanti e A.P.S. “Nuove Vie per un Mondo Unito”.

Un percorso, punto di arrivo di molte collaborazioni esistenti tra soggetti di economia civile, ma anche nodo di continuità di un cammino, che è insieme di formazione, dialogo, scambio di idee ed esperienze, che mira a raffinare la qualità delle relazioni e costruire una rete per il “cambiamento sostenibile” dell’economia attraverso progetti realizzati nella città, sul territorio.

Tra i presenti, circa 125 persone provenienti dal mondo dell’impresa, dal mondo accademico, dalle associazioni familiari e di impegno civile e dal mondo dei media, con alcuni rappresentanti di comunità civili e religiose. Varie iniziative frutto di condivisione sono state già avviate, con l’ambizione di creare ponti tra queste realtà da un lato e con le “periferie” dall’altro. Il percorso si inserisce nel panorama di attività della città di Roma come una grande opportunità di crescita insieme, per «far toccare con mano la ricchezza e la bellezza della diversità», dalle parole di Papa Francesco al 6° Festival della Dottrina Sociale della Chiesa: «Essere insieme ci aiuta a vedere l’insieme. […] La vita concreta è possibile perché non è la somma di tante individualità, ma è l’articolazione di tante persone che concorrono al Bene Comune».

Temi di grande attualità sono stati scelti per questi quattro eventi di formazione e consentiranno di approfondire, ogni volta, un aspetto di quello che chiamiamo “Sistema EdC”: insieme di soggetti giuridici, aziendali e associativi che rispondono ciascuno ad una specifica esigenza di cambiamento e che sviluppano crescenti sinergie tra loro e con le persone e le organizzazioni che si muovono nell’economia civile e di comunione.

In questo primo appuntamento il prof. Luigino Bruni, dopo aver ripercorso brevemente l’esperienza iniziale dell’Economia di Comunione, ha dato una lettura economica di due parabole. Attraverso quella del buon samaritano, ha indagato a fondo il concetto di povertà e il metodo di approccio alla stessa, soffermandosi sull’importanza del mercato come possibile alleato. Attraverso quella del Padre misericordioso, si è poi soffermato su altri aspetti dell’uscita dalla povertà, nella direzione dell’autonomia della persona e di una possibile reciprocità nell’aiuto.  

Il prossimo appuntamento del percorso sarà giovedì 23 febbraio e affronterà il tema “Migrazioni, Ricchezza, Povertà. Insieme per un’economia inclusiva”, relatore Prof.ssa Laura Zanfrini; la testimonianza che seguirà ruoterà intorno al progetto pilota “Fare Sistema Oltre l’Accoglienza”, promosso da AMU (Azione per un Mondo Unito onlus), AFNonlus (Azione per Famiglie Nuove onlus), dalla soc. coop. FO.CO. e da numerosi partner, per una completa integrazione sociale ed economica di minori italiani e stranieri.

Stefania Nardelli

 

 

image_pdfimage_print

1 commento

  1. Non sono potuta venire a questo appuntamento, ma sono stata contenta di aver potuto sapere, anche se a grandi linee, gli argomenti trattati. Grazie!
    Mi piacerebbe leggere gli interventi, se è possibile.

LASCIA UN COMMENTO