Dopo aver fatto la nostra parte

3324

Sono mesi che in fabbrica non arriva un ordine. Il titolare, rassegnato, licenzia le operaie. Restiamo in cinque con incarichi promozionali e ci stringiamo in un piccolo locale per risparmiare anche sull’affitto del capannone. Fra le licenziate c’è una donna prossima alla pensione: le mancano solo tre anni, in questo momento di crisi impossibile per lei trovare lavoro.  

Non mi sento tranquilla a non fare niente. Chiamo le colleghe e propongo: “Se ciascuna di noi rinuncia ad un decimo dello stipendio ed il titolare versa i contributi, almeno un part time può essere dato alla nostra amica. E’ una porta aperta per mantenere la famiglia e camminare verso la pensione”.

Trovo il consento di tutti ed i sindacati avvallano la nostra decisione. Ci sentiamo sereni, contenti. Adesso anche Dio farà la sua parte, ne sono certa.

image_pdfimage_print

2 Commenti

  1. Più che un miracolo questo è un segno tangibile che quando si apre il cuore al prossimo (e magari non da soli ma in unità con altri) le soluzioni arrivano.
    Ma il “miracolo” chiediamolo a Lui e cioè “che la Ditta si risollevi e il titolare possa e voglia riassumere gli operai licenziati”. Preghiamo e offriamo in tanti per questo.

LASCIA UN COMMENTO