Consolare

2237
Condividi

Mentre sono in attesa dell’imbarco sull’aereo, scambio qualche parola con un’anziana signora. Piange mentre mi racconta che va a trovare la figlia in un centro di riabilitazione in seguito a un grave ictus: «Si è spesa sempre per gli altri e ora, dopo la disgrazia, le è crollata pure quella fede che aveva così forte!…».

Le assicuro che avrò cura di pregare per la figlia. Quando è il momento di salutarci, lei mi abbraccia: «La ringrazio, mi sento consolata!». Mi avvio all’aereo con una forte sensazione di sacralità, grazie a quell’incontro.

M. T. – Italia

Fonte: Il Vangelo del giorno, Città Nuova, Febbraio 2017, p.62

image_pdfimage_print
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO