I bombardamenti non si giustificano. La nostra coscienza davanti alla guerra

2688
Condividi

Comunicato stampa – 12 aprile 2017

Sostegno del Movimento dei Focolari Italia all’appello di Pax Christi e Caritas

Il Movimento dei Focolari in Italia sostiene la proposta di Caritas e Pax Christi di osservare un giornata di preghiera e digiuno per mercoledì 12 aprile 2017 davanti all’orrore della guerra in Siria e in tanti altri luoghi che reclamano giustizia e pace.

Per non accettare la banalità del male e costruire la pace con responsabilità e realismo, rinnoviamo la richiesta di fermare ora ogni fornitura di armi, anche da parte dell’Italia, verso i Paesi in guerra. Ricordiamo che non abbiamo ricevuto alcuna risposta alla lettera datata 24 marzo 2017 inviata al ministro degli esteri Alfano assieme a Amnesty, Banca etica, Oxfam e Rete disarmo per chiedere di interrompere il flusso di bombe in partenza dal nostro Paese verso la coalizione saudita impegnata nel conflitto yemenita. Una guerra con migliaia di morti e vittime tra i civili.

Non possiamo tacere. Ripetiamo ancora le parole di papa Francesco a Redipuglia nel 2014: «Anche oggi le vittime sono tante… Come è possibile questo? E’ possibile perché anche oggi dietro le quinte ci sono interessi, piani geopolitici, avidità di denaro e di potere, c’è l’industria delle armi, che sembra essere tanto importante! E questi pianificatori del terrore, questi organizzatori dello scontro, come pure gli imprenditori delle armi, hanno scritto nel cuore: “A me che importa?”».

Alimentiamo con questa scelta condivisa il nostro ripudio verso la menzogna della guerra che non può mai richiedere comprensione o giustificazione, ricordando che l’Italia resta il 7° esportatore di armi al mondo.

Carlo Cefaloni (+39) 328 0531322

ufficiostampaitalia@focolare.org

image_pdfimage_print
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO