L’Europa, così lontana, così vicina

2116

Punti di vista n. 18

«Solo i capi hanno obiettivi da raggiungere; i popoli hanno cammini da fare». Quest’affermazione di un amico ci ha fatto riflettere su un’esperienza fatta di recente. C’eravamo trovati a Vienna con un gruppo di responsabili dei Focolari provenienti da alcuni Paesi europei, dall’est all’ovest del continente.

Non ci vedevamo dallo scorso ottobre, quando c’eravamo scambiati la nostra diversa esperienza su tanti temi che hanno a che fare con l’Europa, dall’immigrazione al rapporto coi musulmani, dalle sfide etiche a quelle legate all’ecumenismo, all’impegno per la pace.

Visioni ed esperienze talora diverse, in qualche caso quasi contrastanti che ci avevano fatto sperimentare sul campo quanto il cammino dell’Europa come unico continente non sia esente da difficoltà. Eppure l’incontro di Vienna ci ha fatto toccare con mano le potenzialità di un impegno comune.

Insieme abbiamo “sognato”, probabilmente per il 2019, la realizzazione di uno spazio vitale, un meeting estivo internazionale, dove il cammino dei popoli europei renda visibile quel percorso di unità che per tanti “capi” è un obiettivo lontano.

Rosalba Poli e Andrea Goller

Fonte: Rivista Città Nuova n. 5 /Maggio 2017 pag. 43

image_pdfimage_print

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO