La pace a pezzi

1665
Condividi

Punti di vista n. 27

C’è in atto una Terza guerra mondiale a pezzi, come continua a sostenere papa Francesco, ma è in corso anche la costruzione di una cultura di pace a pezzi.

Insieme all’incubo atomico, c’è anche la marcia di quanti nel mondo non si fermano per tessere faticosamente, ma instancabilmente, relazioni di pace, per promuovere azioni a favore del disarmo, per innescare processi economici a favore di tutti i popoli.

Una giornata mondiale all’anno dedicata alla pace certo non basta, anche se quella che si celebra il primo gennaio è sempre densa di significato.

Parliamo da tempo, tutto l’anno, di disarmo, denunciando in particolare quanto succede in terra nostrana, in Sardegna, con la fabbrica Rwm che esporta bombe che mietono vittime in Yemen.

Tanti possono pensare che la proposta di riconversione sia un’utopia condivisa da un gruppo ristretto di idealisti. Ma se prima l’attenzione dei media si limitava per lo più a poche testate italiane, fra cui Città Nuova e Avvenire, vorrà dire qualcosa il fatto che persino il New York Times ha iniziato ad interessarsi alla questione?

Rosalba Poli e Andrea Goller

Fonte: Rivista Città Nuova n. 2 / Febbraio 2018 pag. 41

image_pdfimage_print
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO