Maria, laica e donna

1665
Foto © R. Orefice - CSC Audiovisivi

Punti di vista n. 31

“Non dimenticatevi che Maria era laica. La prima discepola di Gesù, sua madre, era laica. C’è un’ispirazione grande qui”. Papa Francesco, a Loppiano, conclude con questi passaggi il suo ricco intervento, consegnando ai presenti qualcosa che gli sta particolarmente a cuore: “Un invito a metterci alla scuola di Maria”, come ricorda il santuario Theotokos, la madre di Dio.

La donna del coraggio, della pazienza, del sopportare le cose, la donna che prende l’iniziativa “negli episodi conflittuali della vita del suo figlio”: così la tratteggia il papa: “Come avrebbe reagito Maria a questo?”. E’ l’interrogativo con cui egli invita a porci nelle diverse situazioni della vita, come ha fatto lei che non ha atteso che altri si muovessero per primi, non si è messa in evidenza ma al servizio, non ha seguito i suoi programmi ma quelli che Dio aveva su di lei, non è scappata di fronte al dolore e alla morte, ma è rimasta fin sotto la croce. “Maria, laica come noi laici, sta a sottolineare che l’essenza del cristianesimo è l’amore”, scriveva in una meditazione Chiara Lubich.

Rosalba Poli e Andrea Goller
Responsabili del Movimento dei Focolari in Italia

Fonte: Rivista Città Nuova n. 6 / Giugno 2018 pag. 49

image_pdfimage_print

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO