Il coro

1256
Condividi

Sono insegnante di musica. Ultimamente, incaricato dal parroco di formare un coro per una festa della parrocchia, mi ero impegnato con tutte le forze, perdendo anche giornate di lavoro per le prove.

Mi sembrava che quella serata fosse stata un successo. Con sorpresa, invece, sono venuto a sapere che il parroco, senza interpellare me ma confidandosi con altri, aveva espresso la sua scontentezza.

Ne sono stato addolorato per questo modo di fare… e proprio nell’ambito della parrocchia dove si predica l’amore al fratello! Ma riflettendoci sopra, ho capito che toccava a me fare il primo passo per amare il parroco.

Una volta deciso di andare a trovarlo, gli ho espresso a cuore aperto il mio dispiacere per quanto m’era stato riferito.

L’imbarazzo iniziale si è sciolto in un colloquio sincero e confidenziale. Tutti abbiamo bisogno di essere ascoltati e accolti. Anche chi, occupando posti di responsabilità, sembra debba assumere atteggiamenti direttivi.

Da: Il Vangelo del giorno – n.11 Novembre 2018 – Città Nuova Editrice

image_pdfimage_print
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO