Gocce di famiglia

1233

Punti di vista n. 49

Se ci guardiamo attorno, nella stretta cerchia dei nostri contatti, o nel villaggio globale offerto dai media, quanto dolore troviamo, che sgorga dalle relazioni ferite nelle nostre famiglie: incomprensioni, liti, dolori di tutti i tipi, fino alle tragedie dei femminicidi, dei bambini abbandonati, degli anziani maltrattati. Relazioni ferite nell’ambiente del lavoro, nelle nostre comunità. Arroccamenti sulle proprie posizioni che non ci permettono di guardare all’altro se non con ostilità.

In questo buio, proviamo a ritornare col pensiero al mistero del Natale, in cui Gesù viene sulla Terra a risanare tutte le relazioni, fra Dio e l’uomo, fra noi, fra l’uomo e la natura. A comporre la famiglia universale. Guardando a lui, possiamo trovare la forza per contagiare di “famiglia” ogni ambiente e spargere, lì dove più si soffre, nuovi semi d’amore. Un gesto di distensione, di comprensione, di ascolto, di perdono – una goccia di famiglia – può fare la differenza. Buon Natale a ciascuno.

Rosalba Poli e Andrea Goller

Responsabili del Movimento dei Focolari in Italia

Fonte: Rivista Città Nuova n. 12/2019 pag. 49

image_pdfimage_print

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO