Solidarietà in condominio

366
Condividi

Questa esperienza, mandata in redazione da Marco F., è di due settimane antecedenti all’entrata in vigore del Decreto del governo dell’11 marzo 2020.

«L’amicizia con Angelo e Giulia è davvero fraterna, consolidata da vent’anni di coabitazione nello stesso condominio. Angelo ha 85 anni e lo scorso anno, poiché gli si è manifestato un tumore cutaneo al cuoio capelluto, che nella nostra città non sono stati in grado di diagnosticare e curare in modo adeguato, si è trasferito da una delle figlie che presta servizio come infermiera in una struttura sanitaria a Modena. Angelo è stato sottoposto a esami diagnostici accurati, ha subìto un intervento e alla fine tutto è andato per il meglio. Così dopo quattro mesi di permanenza a Modena, Angelo e Giulia sono rientrati a casa, due settimane fa. Qui in Sicilia non c’era ancora un allarme conclamato di diffusione del virus. Angelo e Giulia, considerata la loro prolungata assenza da casa, naturalmente si sono trovati ad affrontare alcune difficoltà. E questo ci ha subito interpellati, chiamandoci in causa («Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi …»).

D’accordo con mia moglie, Maddalena, mi sono allora messo a completa disposizione per aiutarli in queste e altre piccole/grandi necessità cui provvedere: per l’auto che non riusciva a partire, per effettuare dei bonifici on line, per riavere la carta bancomat che era scaduta. Così, ho fatto da autista ad Angelo per i suoi spostamenti. Gli ho preparato i conteggi per i bonifici da effettuare e l’ho accompagnato in banca per assisterlo nelle operazioni, l’ho convinto a cambiare il vecchio cellulare (cui era affezionatissimo!) con uno smartphone di generazione più recente. Dovevano inoltre iniziare dei lavori condominiali e immaginavo che il mio vicino si sarebbe confuso. Così ho preso i contatti con la Ditta incaricata di effettuare i lavori di manutenzione sui balconi, accompagnando il titolare nell’abitazione di Angelo per i sopralluoghi preliminari. I lavori sono stati poi già eseguiti, con piena soddisfazione di tutti. Insomma, è stata un’occasione per vivere la solidarietà fraterna fra condomini».

Marco F. – Siracusa

image_pdfimage_print
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO