Reteviva: consegne a domicilio con le altre associazioni

508
Condividi

È stata una doccia gelata quella di dover chiudere le nostre attività aggregative a favore e create dai pensionati della città (Associazione Reteviva). Vedere le nostre stanze vuote e senza vita, ancora con i festoni del carnevale, ci dava una tristezza infinita.

Non siamo stati con le mani in mano: all’inizio abbiamo fatto telefonate, mandato messaggi, foto e video soprattutto ai tanti che erano costretti a casa (una sorta di “voce amica”). Ma poi ci siamo buttati in un’iniziativa del Comune che raggruppa 15 associazioni: “Macerata Vicina” garantisce spesa, farmaci e beni di prima necessità agli anziani che non hanno aiuti familiari per tanti motivi.

http://www.comune.macerata.it/news/2020/maceratavicina-consegna-a-domicilio-beni-prima-necessita

Da sempre noi di Ubuntu-Reteviva siamo educati a condividere disponibilità e necessità: così, in questo periodo eccezionale, una decina di volontari si sono messi a disposizione per quest’attività. Riceviamo da un centralino la richiesta, la “smistiamo” ad un volontario e questi contatta sia l’anziano, sia il negozio che magari ha anche un proprio servizio di consegna a domicilio; e quindi fa la commissione.

E viene fuori chi si mette a disposizione proprio per quest’emergenza (tanti giovani), chi chiede altre consegne da fare, chi relaziona dettagliatamente sul compito svolto, chi si affeziona al volontario e lo richiama per altri servizi … insieme a tanti imprevisti che però ci avvicinano ancor di più!

Insomma, anche adesso e nelle condizioni che ci sono permesse, cerchiamo di continuare a “creare e ricreare la comunità”, così come ci diceva Chiara Lubich!

Franco

image_pdfimage_print
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO