La cultura passa da una videochat

867
Condividi

Giovani in rete per conoscere il creato

I giovani hanno la capacità di vedere lontano, e la semplicità di mettersi insieme. In un momento in cui tutto sembra fermo, in cui gli spostamenti non sono possibili, in cui l’incontrarsi non è possibile, proprio dai giovani arrivano idee rivoluzionarie ed innovative. Le domande che nascono in ognuno di noi sono diverse, ed ogni fascia di età ha le sue, e i propri “demoni”. Dalla voglia-esigenza di rimanere in contatto, di stringersi e sentirsi più vicini, un gruppo di ragazzi decide di lanciare un’iniziativa che mettendo insieme ragazzi e domande, e cercando professionisti a cui porle creano insieme la “Gen3Call”.

Partendo proprio dell’idea di continuare a tessere, in modo positivo, relazioni tra i coetanei nonostante le distanze, i gen 3 hanno deciso di andare oltre la loro realtà, interrogandosi su quali potevano essere gli argomenti ai quali gli adolescenti di oggi si interessano, coinvolgendo i propri amici e dopo una cernita sui temi più “caldi” hanno scelto:” la natura”. Il primo appuntamento ha avuto come protagonista il mare e come esperto Thalassia Giaccone, operatore scientifico subacqueo presso AIOSS e Phd in Scienze Ambientali, Ambiente Marino e Risorse. Momento ricco di stimoli e di spunti di riflessione, capace di accendere nuove idee e maggiore sensibilizzazione.

Il secondo appuntamento si è svolto il 13 aprile con il titolo: “vivere con una stella”, il protagonista è il sole insieme all’esperto astronomo Daniele Spadaro. I giovani sono stati invitati a comprendere l’attività magnetica del sole che è fondamentale per arrivare a capire quanto l’uomo influenza il clima terrestre. Per poter capire questa attività è necessario condurre vicino al sole gli opportuni strumenti di misura, tra questi troviamo la sonda della NASA parker Solar Probe lanciata il 12 agosto del 2018 che continua la sua audace missione per andare a toccare il sole e nel frattempo l’ESA, ente spaziale europeo ha lanciato il 10 febbraio 2020 la sonda spaziale Solar Orbiter.

Uno dei presenti dice :“Per me questo incontro è stato molto interessante perché parla di qualcosa che ci dà vita, cioè i sole”. Spesso la frenesia della quotidianità non permette di soffermarsi ed ampliare la propria conoscenza sulle cose che ci circondano e che in modi diversi influenzano la nostra vita. “L’ incontro di oggi pomeriggio è stato molto interessante – commenta B. di Canicattì –mi ha sorpresa scoprire che anche il sole avrà una fine e mi sono sembrate molto interessanti le foto che raffiguravano il sole anche al suo interno. Spero di poter affrontare argomenti simili anche la prossima volta”.

Guardarsi intorno per rendersi consapevoli di quanto l’uomo influenzi la natura e di quanto la natura influenza la vita dell’uomo, un’opportunità queste “Gen3call” per riscoprirsi parte del creato ed essere figli consapevoli dell’oggi e per essere buoni costruttori del domani. Una idea-progetto ripetibile anche da altri, che si centra nell’attenzione e nella riscoperta del bene comune.

Gen 3 – Movimento dei Focolari di Palermo

image_pdfimage_print
Condividi

1 commento

LASCIA UN COMMENTO