Parola di Vita e… Esercizi Spirituali

238

La Parola di Vita del mese di agosto – CHI CI SEPARERÀ DALL’AMORE DI CRISTO? – mi ha portato a pensare a tutto ciò che da due anni a questa parte ho vissuto ed alla stanchezza fisica e mentale in cui mi trovavo… anche se tante cose in questo periodo ho lasciato andare, il desiderio di stare unita al Signore nella Messa giornaliera (purtroppo per un periodo vivendola da casa e solo spiritualmente), mi ha sempre dato la forza di andare avanti.

Non è stato facile vivere il lockdown e rinunciare ad un Congresso a cui tenevo veramente tanto ma nel ritorno alla normalità, navigando su Internet ho trovato un volantino che parlava di Esercizi Spirituali per fine agosto a Loppiano. Ci ho pensato un po’ prima di decidere e di iscrivermi… il Signore però già in questo momento aveva in serbo qualcosa di grande per me perché dopo aver chiesto informazioni per la mia iscrizione a metà luglio, mi è stato chiesto il nominativo perché avrebbero chiuso le iscrizioni dato che eravamo già in tanti che si erano iscritti.

Dovevo solo attendere la fine di agosto… la aspettavo con trepidazione perché la stanchezza, che si faceva sentire sempre di più, mi aveva portato negli ultimi giorni a sentirmi “schiacciata” da tutto e da tutti e anche se avevo un p\’ di timore nel partire ed andare da sola, ho sperimentato che NESSUNA DIFFICOLTÀ, GRANDE O PICCOLA, CHE POSSIAMO INCONTRARE IN NOI E FUORI DI NOI, È UN OSTACOLO INSORMONTABILE PER L’AMORE DI DIO.

E proprio Dio Amore era il prima tema trattato in questi Esercizi…. un Dio Amore che ci ama immensamente e che ho potuto sperimentare ancora di più lungo tutto il mio “nuovo” cammino di fede nato dopo una separazione non voluta e non cercata ma necessaria: dopo aver ascoltato questa riconferma che aveva riportato alla memoria tutto, dopo aver allentato quella tensione che mi ero portata dietro con le lacrime che rigavano il mio volto e dopo aver avuto un breve colloquio con un sacerdote ho sentito dentro di me che DOVEVO ABBANDONARMI FIDUCIOSAMENTE, SENZA ALCUNA RISERVA, ALL’AMORE DEL PADRE.

E da questo abbandono le altre giornate sono trascorse nella serenità e nella gioia – in alcuni momenti ho sperimentato anche sensazioni che non avevo mai provato prima e che mi hanno portato ad una unione più profonda con Dio – ed ero pronta a spalancare braccia e cuore a nuove amicizie.

Tiziana

image_pdfimage_print

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO