Comunità: una chance

959
Condividi

Punti di vista n. 61

Disorientati e frastornati, in questa seconda ondata, ancor più ci sentiamo chiamati a offrire un contributo alla vita sociale del Paese, soprattutto nel tessere relazioni, che crediamo siano un bene supremo che sostiene una comunità resiliente. Ma occorrono alcune caratteristiche precise.

Prima di tutto la gratuità. Abbiamo visto persone che hanno espresso il bisogno di amare l’altro come se stessi, fino ad ammalarsi e a dare la vita. Questa gratuità fonda la famiglia umana. Poi la sobrietà. Essendoci trovati in condizioni di maggiore povertà è stata spontanea una condivisione, nelle famiglie, nei quartieri, e anche come Focolari, per sovvenire gli uni i bisogni degli altri.

Infine, la necessità di allargare gli orizzonti. La pandemia ha fatto emergere le ferite di una famiglia umana già lacerata, ma paradossalmente constatiamo che scaturisce un’energia nuova, e che questo, cristianamente parlando, è un tempo di grazia. Viviamo questo Natale come una chance di rinnovamento, slancio, amore e fede ancora più grande.

Rosalba Poli e Andrea Goller

Responsabili del Movimento dei Focolari in Italia

Fonte: Rivista Città Nuova n. 12/2020 pag. 55

image_pdfimage_print
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO