Sniffava colla

174
Condividi

Da tempo, all’insaputa dei genitori, il figlio di una mia collega aveva cominciato a sniffare colle e solventi. In casa avevano qualche volta avvertito forti odori di colla, ma siccome lui aveva l’hobby del modellismo, non ci avevano fatto caso.

La scoperta è avvenuta quando ormai s’era evidenziata la gravità dello stato dei polmoni. La radice di quello sbandamento? Il ragazzo, figlio unico di genitori in carriera che avevano trascurato di testimoniargli dei valori, cercava di compensare in tal modo le carenze e gli insuccessi raccolti a scuola.

Mi raccontava la collega: «Dopo un periodo in sanatorio, è tornato casa. A cambiare non era stato soltanto lui, ma soprattutto noi. Quei mesi, infatti, sono stati un tremendo esame di coscienza e abbiamo dovuto ammettere che al primo posto per noi c’era stato il guadagno, il successo… tutto meno l’equilibrio di nostro figlio». Nella disgrazia, costatavamo il positivo di un nuovo inizio per l’intera famiglia

(Tratto da Il Vangelo del giorno, Città Nuova, anno VII, n. 3, maggio-giugno 2021)

 

image_pdfimage_print
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO