Niscemi, la santità dei giovani: Chiara Luce Badano e Santa Scorese

601
Condividi

Due “sante giovani” leader dei giovani a Niscemi. Una comunità parrocchiale in festa per ricordare Chiara Luce Badano e Santa Scorese, due giovani cristiane dalla vita esemplare: Chiara Luce Badano è già beata, per Santa Scorese, serva di Dio, il processo di beatificazione è già avviato.

Niscemi, in questi anni, ha dedicato un parco cittadino a Chiara Luce Badano e ogni anno la sua festa liturgica, che cade il 29 ottobre, è un momento importante.

La parrocchia Sacro Cuore di Gesù, guidata dal parroco, don Giuseppe Cafà, ha organizzato la festa, giunta alla sua 10^ edizione, per ricordare la Beata Chiara Luce Badano, con un triduo che inizierà il 26 ottobre per terminare il 29, giorno dedicato dalla chiesa alla memoria liturgica a lei dedicata. Da qualche anno, ascoltando le parole di Papa Francesco sulla “santità della porta accanto”, hanno pensato di “affiancare” alla figura della Beata Chiara Luce, alcune figure di “santi” giovani, talvolta bambini, per fare risaltare la “santità di tutti i giorni”.

Quest’anno hanno invitato a Niscemi Rosamaria Scorese, sorella della Serva di Dio, morta per mano del suo persecutore con 14 coltellate, la notte del 16 marzo 1991 a Palo del Colle in provincia di Bari: per la sua storia, per la sua vita, è in corso la causa di beatificazione. Rosamaria Scorese è a Niscemi per offrire la sua testimonianza.

Il triduo è affidato alla predicazione di don Angelo Galioto, sacerdote della diocesi di Siracusa.

Approfittando della presenza di Rosamaria Scorese e del messaggio forte che la sua testimonianza lanciato dalla sua testimonianza, la parrocchia Sacro Cuore di Gesù, il Comune di Niscemi, i club service femminili, FIDAPA, Inner Wheel, Soroptmist International club di Niscemi, e la comunità del Movimento dei Focolari di Niscemi, hanno organizzato una giornata contro violenza sulla donna presso il Centro Socio Culturale “Totò Liardo” di Niscemi il 26 ottobre. Il programma prevede l’incontro di Rosamaria Scorese con gli studenti del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Niscemi e la sera, un incontro/dibattito aperto alla città, moderato da Paola Sbirziola, psicologa e psicoterapeuta. Partecipano l’attore Nunzio Bonadonna e gli allievi del laboratorio teatrale.

Continuiamo a presentare la figura della Beata Chiara Luce Badano, come modello di Santità “giovane” la quale si affida a Dio in modo completo, totale, ponendo in Lui piena fiducia, accettando la Sua volontà su di lei, nonostante sia stata dolorosissima, dimostrando una maturità superiore alla sua età, quella maturità che coglie l’essenziale del cristianesimo. Lei stessa, dirà che si preparava alla festa per l’incontro con Gesù, scelto come “Suo” sposo, felice di correre tra le sue braccia. La storia della vita della Beata Chiara, lascia dietro di se, una scia “Luminosissima”.

Giovanni Lionti (comunità del Movimento dei Focolari – Parrocchia Sacro Cuore di Gesù Niscemi)

Programma: Chiara Luce Badano 2021- Festa

image_pdfimage_print
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO