Il positivo del cambiamento

437
Foto Pixabay
Condividi

Mentre passo in rassegna la vita di un intero anno segnato dall’imprevisto della pandemia, ho l’impressione di assistere a un film d’azione che ha ci scombussolato un po’ tutti, genitori e figli. Dover cambiare programmi e ritmo di vita è stato spesso duro, faticoso, ma è anche vero che ha portato una ventata di novità nella nostra famiglia. Ci siamo accorti, infatti, di nuove possibilità di rapportarci fra noi, di bisogni ai quali prima non facevamo caso.

Se con i figli la fede s’era rivelata un tabù (meglio evitare di parlarne!), eccoci ora davanti alle nostre fragilità, a paure di dimensioni planetarie, a interrogativi prima sopiti…

Il vero cambiamento però è iniziato quando ci siamo chiesti il senso di quello che stava accadendo. Abituati ad avere risposte ad ogni domanda, stavolta rimanevamo interdetti davanti al mistero, all’ignoto. In breve, ci siamo trovati più solidali non solo fra noi in famiglia ma abbiamo allargato lo sguardo sugli altri, oltre la nostra cerchia ristretta. Ci siamo ritrovati a considerare l’umanità come una sola famiglia

(Tratto da Il Vangelo del giorno, Città Nuova, anno VIII, n. 1, gennaio-febbraio 2022)

 

image_pdfimage_print
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO