Comunità di Sant’Egidio. Sì alla pace, no alla guerra

348
Condividi

Di nuovo il fantasma della guerra torna ad affacciarsi in Europa.

Non si può accettare che nel nostro continente, già devastato nel corso del Novecento da due guerre mondiali, si possa ancora ricorrere allo strumento militare per risolvere problemi e contese. Ma non è ugualmente accettabile che la società civile resti indifferente di fronte a questa minaccia. È da troppo tempo che non si scende in piazza per la pace, lasciandola decidere solo nei palazzi.

“La guerra è sempre una pazzia”, ha detto papa Francesco. Occorre mobilitarsi subito per respingere la follia e il rischio dell’aggressione armata ma scegliere con decisione la via del dialogo e della pace.

Per questo la Comunità di Sant’Egidio promuove una manifestazione per la pace in Ucraina che si terrà in

Piazza SS. Apostoli giovedì 17 febbraio alle ore 17.30

La Comunità di Sant’Egidio fa appello a tutte le forze politiche, alle organizzazioni sindacali e della società civile, ad unirsi a questa mobilitazione: un raduno senza bandiere, con la sola appartenenza della pace, per chiedere che si continui a parlare e a negoziare e non si ricorra alle armi.

Roma, 15 febbraio 2022

Per aderire scrivere a segreteriagenerale@santegidio.org

image_pdfimage_print
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO