Loppiano – Italia: al lavoro insieme

2686
Condividi

Nuove generazioni, luoghi del vivere, sostenibilità: le tre tematiche affrontate dai Consigli del Movimento dei Focolari in Italia e a Loppiano dal 10 al 12 giugno. Ampio spazio al benessere e alla tutela dei minori e al percorso sinodale.

Comincia dal Centro Internazionale studenti Giorgio La Pira l’appuntamento del Consiglio del Movimento dei Focolari in Italia e Albania riunito insieme a quello della cittadella di Loppiano dal 10 al 12 Giugno 2022. Il Centro La Pira, un seme profetico di dialogo nato negli anni ’70 per volontà del cardinal Benelli e da subito supportato con dedizione e impegno dai Focolari a Firenze. Oggi il Centro svolge un’azione di supporto con azioni sociali, progetti ed attività formative che vanno dall’insegnamento dell’italiano, alla formazione alla cittadinanza, alla consulenza legale, all’ospitalità e vede passare oltre mille studenti l’anno. Tra questi, anche chi arriva grazie ai corridoi universitari per i rifugiati, come Jaaz, dell’Afghanistan. Per lui il Centro La Pira è casa. Finite le presentazioni, la ricca carrellata di iniziative pre e post pandemia e un po’ di dialogo, arriva il momento di salutarsi. Marco Salvatori, primo oboe del maggio musicale Fiorentino, e presidente della Fondazione Centro Internazionale studenti Giorgio La Pira, ci lascia per dare il là al concerto. E il gruppo del Consiglio, sulle note del dialogo interreligioso – caratteristica preminente del Centro – , prosegue per le colline di Incisa, direzione Loppiano.

E’ questa, infatti, la sede scelta per i lavori: Loppiano, cittadella internazionale sì, ma italiana! Obiettivo del lavoro comune: rinnovare collaborazione e sinergie alla luce di tre piste principali: l’impegno con le nuove generazioni; la vita delle comunità locali e la testimonianza della vita evangelica; la sostenibilità di risorse umane e strutture. Tre tematiche trasversali affrontate insieme nella giornata di sabato 11, con momenti in plenaria, di gruppo e laboratori. Le possibilità di potenziarsi sono molteplici (e basta scorrerne solo alcune per rendersene conto: le attività estive dei giovani in varie regioni italiane e le proposte della cittadella, le attività di Sophia, Economy of Francesco che ha la sua sede centrale proprio al Polo Lionello…) ma occorre uno sguardo “sostenibile”, che tenga conto di risorse non infinite, di scelte da fare insieme, di priorità.

Si concentra sulla Tutela e il benessere dei minori il pomeriggio dei Consigli, con la presenza di Orazio Moscatello, avvocato italiano e Viviana Colonnetti, psicologa argentina due membri della Cobetu, la Commissione Centrale istituita dal Movimento dei Focolari per la Promozione del Benessere e la Tutela dei Minori.  I due esperti hanno illustrato il percorso che ha portato alla pubblicazione dell’inchiesta indipendente della GCPS Consulting e le prime misure adottate dai Focolari in risposta a tale indagine. Due ore serrate, su un argomento di vivo interesse per tutti – erano video collegati anche i referenti della tutela dei minori delle varie regioni italiane – e che continuerà, per la coscienza condivisa della necessità di essere costantemente formati e vigilanti su un tema così delicato. Sarà previsto entro un anno un momento di formazione a riguardo per tutti gli appartenenti al Movimento dei Focolari nelle varie regioni italiane.

La domenica i lavori continuano distinti, e si cercano di aprire alcune prospettive: l’esito del percorso sinodale che ha visto impegnate nelle comunità dei Focolari migliaia di persone per alcuni mesi – desiderio comune è il voler continuare a camminare insieme, dialogando nel territorio, guardando e rispondendo ai suoi bisogni, e sempre di più insieme ad altri; i sogni dei giovani, lanciati in un percorso di ricerca della vocazione civile, insieme a molte altre entusiasmanti sfide. Appuntamento per tutti, ciascuno nella propria diocesi, e per chi può, in piazza San Pietro il 25 giugno, per l’incontro mondiale delle Famiglie. Famiglia, la parola ricorrente che ha legato i tre giorni e i 100 partecipanti e che rimane come punto fermo di questa nuova pagina.

Maria Chiara De Lorenzo

image_pdfimage_print
Condividi

1 commento

  1. Che gioia vedere e constatare che la vita continua: quei tavoli all’aperto, momenti di condivisione in tutto, colori e tinte pulite!

LASCIA UN COMMENTO