CAMMINARE INSIEME – profezia di un cammino sinodale

533
Condividi

CAMMINARE INSIEME – profezia di un cammino sinodale” è  il titolo del pomeriggio di domenica 6 novembre 2022 che ha portato più di 300 persone al Centro Parrocchiale Maria Orsola di Vallo Torinese; l’occasione è stato il 50esimo della lettera pastorale: “Camminare insieme” del card. Michele Pellegrino

Il pomeriggio è iniziato con una breve biografia del Cardinal Pellegrino, durante la quale ci ha particolarmente emozionato (grazie a una registrazione del 1977) sentire dalla sua viva voce, il motivo per cui, dopo aver lasciato la diocesi, ha scelto di abitare a Vallo Torinese. Uno sprone per continuare a perseverare, ad essere accoglienti e ad essere, come lui diceva: “gente buona…”.

Dopo una breve relazione sul periodo storico e culturale in cui Pellegrino è stato chiamato a diventare Arcivescovo di Torino, Mons. Piero Coda, in modo chiaro e sapienziale ha proposto riflessioni sulla Lettera pastorale: ha evidenziato la profonda consonanza con il magistero di Papa Francesco, la profezia di sinodalità che in essa è racchiusa, e tutta la sua potenzialità e attualità ancora da esprimere nell’oggi della Chiesa.

Ha inoltre sottolineato quanto le tre parole chiave della Lettera pastorale – Povertà, Libertà, Fraternità – siano le caratteristiche del ministero di Papa Francesco. Sono state poi queste tre parole il filo conduttore di alcune esperienze di vita concreta: dalla comunione dei beni, non solo spirituale ma anche materiale, al vivere la libertà che i giovani hanno esplicitato mettendo in pratica l’amore scambievole, alla fraternità sacerdotale e la catechesi nell’annuncio della Parola.

E’ stata molto significativa la testimonianza di don Sergio Fedrigo, della comunità di Borgaro, che insieme a don Alessandro e don Marco hanno iniziato un’esperienza di vita comune.

Una persona ci ha scritto: “Ho vissuto un pomeriggio luminoso, di straordinaria ricchezza di vita evangelica scaturita dalla profezia della “Camminare insieme”. La presenza di molti giovani ha dato la speranza di poter continuare questa vita di comunione che la Chiesa oggi ci propone attraverso il cammino sinodale.

La comunità di Vallo Torinese

PUOI LEGGERE QUI LA LETTERA “CAMMINARE INSIEME”

[…]

L’arcivescovo la scrive in un mese. Racconta don Piergiacomo Candellone, segretario di Pellegrino: «Era un voluminoso dossier che il padre annotò su decine di fogli e che la segretaria dattiloscrisse. Ai più stretti collaboratori i vicari Maritano, Valentino Scarasso e Franco Peradotto vennero consegnate le pagine per averne osservazioni e critiche. Pure a noi della segreteria domandava pareri poiché nella sua umiltà riteneva che tutti potessero dargli un aiuto. Il titolo stentava a nascere. Si pensò dapprima a “Povertà, libertà, fraternità”, ma sapeva tanto di Rivoluzione francese. Un mattino, mentre passeggiava con Maritano e Scarasso, si fermò, ci guardò con un sorriso: “Che ne dite di “Camminare insieme”, come stiamo facendo noi, come ha fatto la diocesi quest’anno?».

Fonte: https://vocetempo.it/la-camminare-insieme-dellarcivescovo-pellegrino-50-anni-dopo/

 

image_pdfimage_print
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO