Che bello, sono felice!

Condividi
Il giorno di Natale ho potuto partecipare con altre due focolarini, invitata della Comunità di Sant’Egidio, al pranzo di Natale con gli amici soli e poveri di Pescara: hanno partecipato un’ottantina di persone ed è stato un pranzo speciale per la bella esperienza fatta tra tutti.
Vi racconto un’esperienza fatta con M., anche lei è arrivata con tutti gli altri amici verso le undici: li abbiamo accolti con alcuni volontari nel piazzale davanti alla Chiesa di San Giuseppe.
M. aveva  un sacchetto  con sé (probabilmente la “sua casa”), le ho offerto un piattino con un pò di rustici e formaggio e qualcuno dei volontari le ha dato un bicchiere caldo di caffè. Poi abbiamo iniziato a conoscerci …ad un certo punto le ho chiesto se desiderava partecipare alla Messa  che si stava celebrando in Chiesa, ho capito che voleva andare ma era contenta di andare insieme.
Così siamo entrate (la Messa era già iniziata) e ci siamo sedute in fondo alla Chiesa. Al momento della Comunione le ho chiesto se le faceva piacere prendere Gesù Eucarestia e siamo andate insieme; lei nel frattempo ha messo il suo sacchetto sotto la panca dove eravamo sedute ed ogni tanto mi ripeteva “Che bello, sono felice!”.
Alla fine della Messa siamo andate davanti alla statua della Madonna e lei ha dato un’offerta per accendere una candela e si è fermata a pregare. Poi siamo andate a vedere il Presepio era felice! Mi ha detto che questo Natale era un bellissimo Natale per lei, diverso da quello triste che aveva passato lo scorso anno.
Alessandra
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO