“Volontariato e Servizio Civile in Europa”. Per l’Europa della solidarietà, della cittadinanza attiva e della pace

Condividi

10 OBIETTIVI PER UN IMPEGNO COMUNE:

POTENZIARE IL VOLONTARIATO E IL SERVIZIO CIVILE IN EUROPA

L’appello della società civile alle forze politiche e ai candidati alle prossime elezioni europee per sostenere il Corpo Europeo di Solidarietà (CES) e operare nello spirito del Servizio Civile Universale

• Garantire il diritto di ogni europeo a partecipare ad attività di volontariato e/o di servizio civile in tutti i Paesi dell’Unione come “diritto di cittadinanza europea”, nella prospettiva di un unico Servizio Civile Europeo da realizzare senza disperdere le esperienze e le specificità dei Servizi Civili Nazionali già esistenti

• Favorire il reciproco riconoscimento tra gli Stati Membri dello status giuridico di volontario

Raddoppiare il budget del CES (da 1,030 ad almeno 2 mld) nel prossimo settennio di programmazione finanziaria, consentendo di ampliare significativamente l’attuale numero di 270mila partecipanti previsti fino al 2027

• proporre alla Commissione europea di predisporre un Libro Verde sui sistemi di volontariato e/o di servizio civile nazionale

• rendere sempre più accessibile l’esperienza del CES a giovani svantaggiati e lavorare in sinergia con le Agenzie giovani e il programma Erasmus +

• sostenere la raccomandazione del Parlamento Europeo per l’istituzione di un Corpo civile europeo di pace, valorizzando le esperienze già in atto in alcuni Stati membri, ( come ad es. le esperienze in corso in Ucraina e la sperimentazione avviata in Italia dal 2017 sui Corpi Civili di Pace).

Sono alcuni dei 10 punti dellAppello promosso da Movimento Europeo-Italia e New Humanity International NGO (Movimento dei Focolari), per la loro storica attenzione alla costruzione di un’Europa della solidarietà, della cittadinanza attiva e della pace, in collaborazione con la rete di Insieme per l’Europa, con 300 associazioni di diverse confessioni cristiane. Scaturisce dal convegno organizzato a Bruxelles il 24 ottobre 2023, nella sede del Parlamento Europeo, a cui sono intervenuti: Europarlamentari di diversi Gruppi politici, la Commissione e il Nunzio Apostolico presso l’Unione Europea. Hanno contribuito al dibattito le reti europee del volontariato, il Forum dei giovani, associazioni e testimonianze di Servizio Civile e del Corpo Europeo di Solidarietà. Tutti concordi nel ritenere il volontariato e il servizio civile un tratto rilevante dell’anima dell’Unione che pone la solidarietà come uno dei suoi principi fondamentali, in grado di dare sostanza alla visione del “Nuovo Umanesimo Europeo” indicato da Papa Francesco che considera i giovani protagonisti e in prima linea nella costruzione di una società migliore. Il volontariato è una “risorsa preziosa”, ha affermato il presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella il 3 febbraio 2024 in occasione della cerimonia di apertura di Trento capitale europea del volontariato, “un pilastro anche della nostra civiltà europea”.

Per aderire all’appello:

movimentoeuropeo@gmail.combrussels@new-humanity.org

Leggi qui sotto l’appello:

Appello-ai-candidati-7-maggio-2024-Italiano

Comunicato Stampa 8 maggio 2024

https://www.instagram.com/p/C6rIKQ7oL29/

https://twitter.com/NewHumanityNGO/status/1787888555122987389

 

image_pdfimage_print
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO