Hanno sloggiato Gesù

5520

Chiara Lubich ebbe a dire: “Hanno sloggiato Gesù” quando lo vide sostituito nei centri commerciali da renne, Babbi Natale e stelle luccicanti. Oggi lo vediamo sloggiato e non accolto nei poveri, nei migranti per le strade gelide delle nostre Città. Ed è a Lui che vogliamo andare incontro.

Riceviamo ogni giorno testimonianze delle variegate iniziative portate avanti in Italia da tanti con fatica e tenacia a favore di poveri e di immigrati. Da chi, per esempio, impegnato in un centro di accoglienza vive il dramma delle famiglie immigrate che non vi potranno più essere ospitate. O da coloro che, con un’associazione di sostegno alle povertà, da oltre 30 anni, offrono scuola di italiano, sportelli lavoro, banco alimentare, occasioni di socialità e di svago, pronti adesso a raddoppiare l’impegno.

Come Movimento dei Focolari intendiamo rafforzare e sostenere ancora di più tutte queste realtà, stringendo ulteriormente le collaborazioni già in atto con molte organizzazioni laiche ed ecclesiali.

Ciò che interpella la nostra coscienza è la condizione di esclusione che colpisce uomini, donne e bambini. Oggi, nel Natale 2018, vogliamo prendere alla lettera i quattro verbi proposti da papa Francesco per affrontare la grande questione delle migrazioni: accogliere, proteggere, promuovere e integrare. È quello che cerchiamo di fare personalmente dove esercitiamo il nostro impegno concreto.

Prima delle elezioni del 4 marzo u.s. abbiamo avanzato, assieme ad altre organizzazioni cristiane, delle proposte concrete per l’agenda politica, che promuovevano istanze di giustizia e umanità, ben consapevoli che «la crisi dei migranti che attraversa oggi l’Europa mette in luce una profonda crisi dei valori comuni su cui l’Unione si dice fondata». Di fatto, la normativa introdotta in Italia sembra andare in direzione opposta a tali istanze.

Il Card. Bassetti, intervistato da Avvenire, ha spiegato che “la Chiesa cattolica, da sempre, si prende cura dei poveri, degli ‘scarti’ e degli ultimi. I poveri, anche quelli forestieri di cui non sappiamo nulla, appartengono alla Chiesa «per diritto evangelico» come disse Paolo VI. Ed è in virtù di questo «diritto evangelico» che la Chiesa italiana si muove con cura e compassione verso coloro che scappano dalla povertà, da guerre, carestie, fame, persecuzioni”.

Ora, come allora, lo sguardo del Bambino – accolto dagli esclusi della terra, come erano i pastori del tempo – sia capace di svegliarci dal sonno della paura e del rancore per farci riscoprire fratelli.

Rosalba Poli e Andrea Goller

Responsabili Movimento dei Focolari – Italia

image_pdfimage_print

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO