In prima linea

937
Condividi

Punti di vista n. 54

Siamo un’umanità sofferente, dolorante, piagata, che sperimenta circostanze inedite per le quali non siamo attrezzati. La fase acuta della crisi ha coinciso con la Quaresima e con la celebrazione del mistero pasquale.

Il Movimento dei Focolari in Italia ha anche vissuto da poco l’appuntamento assembleare: oltre un migliaio di persone riunite virtualmente per prepararsi all’Assemblea generale. Esperienze che ci hanno portato alle radici dell’Ideale di Chiara Lubich: la scelta di Gesù abbandonato – dove l’Abbandono è l’espressione del suo massimo dolore.

Adesso che ci prepariamo in vario modo a “tornare nel mondo”, ricordiamo come Gesù risorto dà appuntamento agli apostoli in Galilea: «Là mi vedrete!». La nostra Galilea, come ai primi tempi del Movimento, è Gesù abbandonato che vive nel mondo.

Le prime linee del pronto soccorso, gli ospedali, le famiglie con i loro pesi enormi, ciascuno con il proprio carico di dolore, il disorientamento nei luoghi di lavoro, le dimensioni del sociale da ricreare, e tutti i luoghi in cui è ancora buio, solitudine, disperazione: è qui che il Risorto ci aspetta. Un appello forte oggi per ognuno di noi che vuole vivere l’unità.

Rosalba Poli e Andrea Goller

Responsabili del Movimento dei Focolari in Italia

Fonte: Rivista Città Nuova n. 5/2020 pag. 49

image_pdfimage_print
Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO