Verso uno stile sinodale

5005
Condividi

Al via da oggi una settimana di riflessione dal titolo “Sinodalità: perché?” promossa dal Movimento dei Focolari per quanti operano a livello ecclesiale e desiderano mettere in moto percorsi di “sinodalità”. Dal 23 al 27 agosto quartier generale a Cadine (Trento) e centinaia di partecipanti collegati online.

Centro Mariapoli Chiara Lubich – Cadine (TN)

“Il cammino della sinodalità è il cammino che Dio si aspetta dalla Chiesa del terzo millennio”, ha affermato Papa Francesco in occasione del 50° anniversario del Sinodo dei Vescovi il 17 ottobre 2015, ed è più volte tornato su questo tema fino ad indire il prossimo sinodo proprio su “Chiesa e sinodalità”. Francesco considera, infatti, vitale che la Chiesa non si comporti come “una società umana, un partito politico – maggioranza, minoranza – (…) una ditta”, ma che sia sempre in ascolto dello Spirito Santo, illuminata dalla preghiera e dall’Eucarestia, e dove sia vivo l’amore reciproco.

È in questa prospettiva che il Movimento dei Focolari in Italia è in cammino con la chiesa italiana per approfondire una riflessione e una condivisione di esperienze che mettano in luce quanto già esiste a livello delle varie realtà diocesane e provinciali e apra delle piste per crescere nella dimensione del cammino comunitario. L’introduzione dell’incontro di Cadine, la mattina del 24 agosto, è affidata infatti a mons. Stefano Russo, segretario generale della CEI, con una “Lettura della realtà della Chiesa italiana”.

Sono più di 300 i partecipanti provenienti da tutte le regioni e province autonome, 30 radunati in presenza al Centro Mariapoli di Cadine, e il resto online, collegati singolarmente o riuniti in piccoli gruppi.

La fondatrice dei Focolari ha sempre spronato i membri del Movimento a vivere per la Chiesa, e per attingere alle radici del carisma dell’unità sarà offerto l’ascolto di una conversazione di Chiara Lubich del 1966, intitolato proprio “La passione per la Chiesa.

La struttura del programma prevede due momenti comuni: al mattino un tema centrale, uno spunto di meditazione e l’introduzione ai lavori di gruppo (in presenza o online); al pomeriggio-sera, la conclusione.

Il 25 agosto è previsto l’intervento di mons. Piero Coda, teologo, sul “Discernimento comunitario nella luce del Carisma dell’Unità”; mentre la giornata del 26 agosto è dedicata ai “Percorsi concreti per un futuro sinodale” presentando interventi esperienziali di cammini in atto (della diocesi di Bolzano-Bressanone, Matera e del Piemonte). Nella giornata conclusiva, il 27 agosto, l’intervento di Gabriele Bardo e Cristiana Formosa, neodelegati del Movimento dei Focolari in Italia e Albania, con la condivisione delle piste di lavoro per il prossimo triennio.

Maria Chiara De Lorenzo

Vedi anche articolo su Città Nuova 

image_pdfimage_print
Condividi

3 Commenti

  1. Mi ha colpito molto l’intervento densissimo di Mons.Stefano Russo, tanto che vorrei poterlo ‘digerire’ rileggendolo o risentendolo.
    Ho sentito nelle sue parole ‘il respiro’ della Chiesa “che è in Italia” e intuito il grande lavoro che viene fatto per “armonizzare” il cammino italiano con quello universale.
    Mi sento orgogliosa di far parte del percorso dell’Opera nella Chiesa, così fortemente illuminato dall’esperienza della “Passione” di Chiara….
    Stamattina, insieme, abbiamo già cominciato a camminare per aiutarci a scoprire e seguire lo S.Santo oggi.

  2. Ringrazio per l’opportunità di questo incontro pur virtuale ma dove già questa mattina ho avvertito la presenza del Risorto e una nuova luce per la mia vita sacerdotale e per quella della nostra Chiesa. Mi ha colpito in modo particolare la meditazione di Chiara: cercherò di far mia la sua fortissima passione per la Chiesa . Uno

  3. Una luce straordinaria ha già invaso l’anima.
    Grazie a chi ha organizzato,lavorato,patito per questo Convegno.
    Cerco di DILATARE il mio cuore fin da subito, ma soprattutto di stare in ascolto della voce dello Spirito Santo. Senza di Lui ogni nosta azione è sterile

LASCIA UN COMMENTO